Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

user_mobilelogo
FacebookTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed

 

Cari amici e amiche, nell'articolo odierno parleremo di cos'è la cartilagine, quali sono le problematiche ad essa legate e le terapie per farvi fronte.

Che cos'è e a cosa serve la cartilagine?

La cartilagine è un tessuto connettivo, un tessuto estremamente elastico e resistente a pressione e trazione. Essa riveste le estremità delle ossa articolari proteggendole dallo sfregamento e dall'attrito.

 

La sua funzione è simile a quella di un cuscinetto ammortizzatore che salvaguarda i normali rapporti articolari e permette il movimento. Lo spessore della cartilagine, che copre le estremità delle ossa, è in media di 5-6 mm e si compone di diversi strati. La sua densità e consistenza permettono alle ossa di scivolare facilmente le une contro contro le altre permettendo movimenti di flessione ed estensione.

Tale proprietà di ammortizzazione riguarda generalmente sia la testa dell'osso che il lato interno, ovvero quello verso cui ruota l'articolazione in oggetto. Il tempo e/o l'attività fisica intensa (sia essa sportiva o lavorativa) che interessa una determinata articolazione, possono logorare ed assottigliare questo tessuto. Il risultato è l'attrito tra le ossa dell'articolazione, quindi dolore.

Spesso, per tanti motivi, non è possibile o consigliabile installare una protesi: quello principale è legato all'età dei pazienti. L’impianto di una protesi è infatti consigliato soprattutto per pazienti di età avanzata, ovvero nei casi in cui la rigenerazione dei tessuti è più lenta e non vi è alternativa di intervento. Ciò significa che per un'ampia fascia di pazienti non c'era una cura, questo fino a qualche anno fa.

 

La ricerca in tema di rigenerazione di tessuti ha fatto passi da gigante, ed oggi è realtà terapeutica la riparazione naturale di cartilagini, articolazioni e tessuti ossei. Sempre più centri consentono questi innovativi trattamenti volti alla rigenerazione sia della cartilagine sia dell’osso immediatamente sottostante.

Evidenze sia cliniche che scientifiche dimostrano come l’impiego di un presidio biologico impiantato nella lesione, stimoli la rigenerazione naturale della cartilagine.

Come funziona la rigenerazione dei tessuti?

 

 

Uno studio scientifico frutto di un’idea nata, sviluppata e studiata in Italia, ha fatto sì che la rigenerazione dei tessuti fosse realtà: si tratta di tessuti artificiali estremamente sofisticati che vengono inseriti nella lesione articolare ed attirano le cellule staminali che sono in grado di differenziarsi e produrre nuova cartilagine e nuovo osso sottostante. In questo modo il tessuto viene rigenerato e la lesione guarita in modo naturale. All'intervento deve chiaramente fare seguito un appropriato processo riabilitativo finalizzato innanzitutto alla rieducazione articolare, quindi al recupero completo delle capacità di movimento.

Al termine del percorso riabilitativo tutte le funzionalità articolari sono completamente recuperate. Un breve ed interessante video racconta il caso clinico di una ballerina la quale, dopo un incidente motociclistico che le ha causato una grave frattura e la perdita di quasi tutta la cartilagine, è riuscita grazie all'impianto del presidio biologico e ad un particolare intervento chirurgico a recuperare la mobilità ottimale dell'arto.

 

 Buzzoolebuzzoole code

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

PageRank Checker
BlogItalia - La directory italiana dei blog
[Valid RSS]

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Se vuoi saperne di più poi consultare la nostra privacy policy qui. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi configurare i singoli cookies.