Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

user_mobilelogo
FacebookTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed

 

Cattive abitudini alimentari, portano a obesità e gravi problemi di salute. Vediamo quali sono i peggiori errori che commettiamo quando siamo a tavola.

Mangiare in fretta

Quando una persona mangia veloce, i segnali dai recettori nello stomaco non fanno in tempo a raggiungere il cervello, ed il soggetto non avverte il senso di sazietà, con il risultato che mangia due volte di più.

Cosa fare?

 

Occorre consumare i pasti in un ambiente rilassato, masticando lentamente il cibo e provando piacere dal cibo. Questo dà il tempo al cervello di ricevere il segnale di sazietà.

Essere occupati con altre attività mentre si mangia

Se durante un pasto, il soggetto è parallelamente occupato in altre attività, il cervello per il cervello è molto più difficile ottenere informazioni sul cibo ingerito. Di conseguenza, le persone non si sentono sazie, producendo meno endorfine, gli ormoni della gioia.

Inoltre, in una situazione del genere, chi non si rende conto della quantità di cibo consumato, mangia troppo e smettere di mangiare non quando ha soddisfatto il bisogno di alimentarsi, ma quando finisce l'attività in cui è impegnato (lavoro, leggere, guardare la TV, ecc).

Cosa fare?

 

Mettete da parte il multitasking!

Durante il pasto, è necessario concentrarsi completamente su di esso, mettendo da parte le altre cose. Un'assunzione di alimenti riflessiva è troppo complicata.

Il cibo nei momenti di stress

Nei periodi di stress, vengono immediatamente messi in atto particolari meccanismi evolutivi di difesa.

Prima di tutto, nelle situazioni di stress, le ghiandole surrenali producono il cortisolo, l'ormone dello stress, che può cambiare attivamente la biochimica dell'organismo umano: aumenta drammaticamente la necessità di glucosio, ed al soggetto viene voglia di dolce. Dopo poco tempo dopo, il glucosio viene convertito in grasso ed il soggetto ha di nuovo fame.

Cosa fare?

 

Se durante un periodo di stress si ha fame, bere acqua. Ma se siete spinti a mangiare, intensificare l'attività fisica.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

PageRank Checker
BlogItalia - La directory italiana dei blog
[Valid RSS]

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Se vuoi saperne di più poi consultare la nostra privacy policy qui. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi configurare i singoli cookies.