Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

user_mobilelogo
FacebookTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed

 

Vi sono prodotti che aumentano il desiderio sessuale, ma vi sono anche quelli che lo uccidono!


Liquirizia

La liquirizia è una radice usata per produrre un'ampia varietà di alimenti, come le caramelle. La liquirizia è aggiunta anche in vari sciroppi per una migliore condensazione, nel caffè, cacao, marinate, prodotti da forno, caramello, caramelle e cioccolato.

 

La radice di liquirizia contiene fino al 23% di acido glicirrizico, che le conferisce un sapore dolce. Esso agisce in modo distruttivo sul testosterone: aumenta il livello di cortisolo e sopprime la sensibilità dell'ipofisi al testosterone. Il livello di desiderio sessuale scende così bruscamente.

Esperimenti di scienziati italiani hanno dimostrato che, gli uomini che assumevano appena mezzo grammo di liquirizia ogni giorno, sperimentavano una caduta della libido di un terzo!

Alcol

Alcol è un potente veleno, che ha un effetto complesso sull'organismo, compreso sopprimere il desiderio sessuale. L'alcol è un prodotto depressivo, una sostanza che inibisce il corpo, mentre il sesso ha bisogno di movimento!

 

Un paio di bicchieri di vino possono davvero rilassare e rimuovere le barriere psicologiche, ma a livello fisiologico, si verifica il contrario. In primo luogo, l'alcol dilata i vasi sanguigni, il soggetto avverte una vampata di calore, ma dopo un pò l'effetto è contrario, i vasi si comprimono forte. Il sangue affluisce con difficoltà ai genitali e per gli uomini diventa più difficile raggiungere un'erezione duratura.

L'uso a lungo termine di alcol può portare a disturbi cronici nella sfera sessuale, disfunzione erettile negli uomini e perdita del desiderio sessuale nelle donne. Inoltre, il restringimento dei vasi sanguigni può portare a un ictus, che si verifica spesso negli alcolisti la mattina dopo un abbondante consumo.

Acqua tonica

 

La tonica è stata inventata in India e Africa, dai colonialisti bianchi per la malaria. Al tempo, l'unica cura era la corteccia di china. Da essa si ricavava il chinino, che veniva bevuto aggiunto all'acqua. Il risultato è una bevanda molto amara. Thomas Patterson, ingegnere idraulico dall'Iowa, ha aggiunto il chinino ad acqua gassata, pò di limone e ghiaccio tritato. Il medicinale risultava di gusto gradevole, così è stato inventato il tonico.

Oggi la malaria è trattato con altri mezzi, e l'acqua tonica è bevuta solo così, per il gusto amaro, piacevole quando mescolato con l'alcol in cocktail come il Gin Tonic.

 

Tuttavia, i fan dei tonici, non si rendono conto del pericolo cui si sottopongono. Il chinino è un veleno potente per gli spermatozoi. Esperimenti di scienziati nigeriani nel 2006 hanno dimostrato che nei ratti trattati con solo 10 mg di sostanza per kg, il livello di testosterone nei testicoli è diminuito di una misura.

Una volta nell'organismo degli uomini, la chinina inibisce le cellule di Leydig, che sono responsabili per la produzione di testosterone nei testicoli. In combinazione con l'alcol quindi da un doppio colpo alla libido maschile.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

PageRank Checker
BlogItalia - La directory italiana dei blog
[Valid RSS]

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Se vuoi saperne di più poi consultare la nostra privacy policy qui. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi configurare i singoli cookies.